You are here:

Waldemaro Morgese - Pubblica Amministrazione e bene comune. 30 anni di idee

Email

La pubblica amministrazione è un mondo complesso, influenzato da diverse variabili di natura politico-istituzionale, sociale, amministrativa e gestionale. Ne è riprova il fatto che, specie nell’ultimo ventennio, si sono succeduti diversi tentativi di riforma del settore, con esiti alterni, senza modifi care la percezione dominante, nell’opinione pubblica, secondo cui cambiano le regole ma non il reale funzionamento del sistema.

Il libro Pubblica Amministrazione e bene comune. 30 anni di idee, di Waldemaro Morgese, offre il punto di vista di uno studioso del settore pubblico, attraverso un’antologia di 17 saggi pubblicati dall’Autore nel corso di trent’anni, che esplorano la P.A. in una prospettiva originale ancorata ai paradigmi economico-aziendali.

Seguendo tale approccio, vengono toccate tematiche importanti e di grande attualità, dal decentramento all’innovazione, dai sistemi contabili alla programmazione, dal dissesto fi nanziario all’accountability, sino al multiculturalismo.

In questo excursus, l’Autore propone un’osservazione critica dei fenomeni indagati, cogliendo una serie di “snodi” fondamentali per promuovere una visione moderna di pubblica amministrazione: la centralità del concetto di “valore pubblico”, da apprezzare in relazione all’utilità creata a favore delle comunità di riferimento; l’affermazione che le tecniche, anche più sofisticate, di estrazione manageriale, non producono di per sé innovazione ma richiedono, a tal fine, un’adeguata “interiorizzazione” da parte degli operatori; la necessità di comporre in equilibrio le esigenze di maggiore efficienza economica con quelle di effi cacia e di equità nell’erogazione dei servizi offerti; il convincimento che la “giustificazione ad operare” dell’azienda pubblica deve fondarsi anche sull’equità intergenerazionale, evitando di porre a carico delle generazioni future i costi dei servizi fruiti dalle generazioni attuali.

Le riflessioni sviluppate sintetizzano un’utile chiave di lettura per comprendere, da un lato, le ragioni di fondo delle debolezze della pubblica amministrazione, riconducibili prioritariamente, secondo l’Autore, alla manifestazione atipica che in essa assumono i diritti di proprietà; dall’altro, le possibili leve da azionare per la sua eff ettiva evoluzione verso modelli organizzativi e gestionali orientati al cittadino-utente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna