You are here:

Franco Passaro - “La Resa” di Caripuglia (nulla è come sembra)

Email

“Un libro scritto per fare chiarezza”. Questa la genesi de “La Resa”, Piccola storia di una banca e di un processo, la risposta di Franco Passaro alle inesattezze circolate intorno alle vicende economiche e giudiziarie della ex Cassa di Risparmio di Puglia, banca che nell’ultimo trentennio del ventesimo secolo si è distinta come solido punto di riferimento per imprenditori e risparmiatori pugliesi. Il libro è stato presentato dal noto giornalista Lino Patruno, da decenni attento osservatore dei fatti e dei fenomeni di cronaca nel Sud d’Italia.

Con questa pubblicazione Passaro, ex presidente della Cassa di Risparmio di Puglia dal 1981 al 1984, intende operare una sorta di riscatto, una riabilitazione sul piano professionale e umano dei 30 tra dirigenti e funzionari investiti da un processo con molti lati oscuri e aperto troppo frettolosamente dalla pubblica accusa.

La vicenda di Caripuglia si snoda attraverso 3 passaggi fondamentali: forte ascesa della banca durante la presidenza di Passaro, socialista, politicamente ‘scomodo’; intervento successivo della Cariplo che acquisisce le quote di maggioranza dell’istituto di credito pugliese; procedura penale che vede coinvolti dirigenti e funzionari della banca.
Con Passaro la Caripuglia diventa banca leader della Puglia assieme al Banco di Napoli. Ma proprio nel momento di massimo fulgore, l’ascesa s’interrompe. La Banca d’Italia ordina un’ispezione, si richiede alla dirigenza della Cassa di Risparmio una partnership con banche nazionali più forti. L’interpretazione de “La Resa”: indebolire la banca. Motivo? Provocare la svalutazione delle banche meridionali per consentirne l’acquisto da parte di istituti di credito nazionali di grande portata.
Inizia così la parabola discendente di Caripuglia che sarà assorbita in un nuovo contesto bancario e dopo in un altro ancora (ciò che restava di Caripuglia verrà ceduto da Cariplo alla Banca Carime) perdendo l’identità che l’aveva contraddistinta durante la gestione Passaro.
L’intera dirigenza Caripuglia, esclusa dall’entrata in gioco di Cariplo, viene coinvolta in un secondo momento in un processo generato inizialmente da un esposto presentato dall’Associazione Pensionati della Cassa di Puglia alla Banca d’Italia e alla Procura della Repubblica di Bari. Si evidenziano irregolarità nella gestione del Fondo Integrativo Pensioni (Fip) da parte dei dipendenti della Cassa. Si aggiungono altre accuse come falso in bilancio e truffa. Sarà la Corte d’Appello, nel 2007 a chiudere definitivamente la vicenda prosciogliendo tutti i 30 dirigenti e funzionari implicati nel presunto scandalo.
Ma prima del 2 maggio 2007, data della sentenza d’appello, diverse sono le anomalie di un processo che probabilmente non si sarebbe mai dovuto “celebrare”.

Commenti  

 
0 #1 Pio Palieri 2013-09-15 14:00
Pazzesco! E' stata tutta una macchinazione di bizantina perfidia!!!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna