You are here:

Sponsorizzazioni nel 2011 ci sarà una lenta ripresa

Email

Indagine – StageUp-Sport &Leiusure Business e Ipsos.

Gli investimenti sponsorizzativi nello sport e nella cultura sono in decisa flessione mentre quelli sul sociale tengono, raggiungendo un quarto del mercato complessivo: sono questi i principali dati che emergono dall’Indagine Predittiva 2011 “Il Futuro della Sponsorizzazione” di StageUp-Sport & Leisure Business e Ipsos.

Il 2010 nel mercato delle sponsorizzazioni in Italia si chiude a 1,454 miliardi di euro con una flessione del 9,6% rispetto al 2009. La maggior fetta di investimenti, il 61% per quasi 900 milioni di euro, continua ad andare allo sport nonostante un calo, nell’ultimo biennio (2008-2010), di 249 milioni di euro (-22%). Nello stesso periodo risulta ancor più marcata la flessione per la cultura e spettacolo (- 30%) che oggi rappresenta il 12% del mercato con investimenti di poco superiori ai 180 milioni.

Tengono, al contrario, gli investimenti nelle attività sociali: i quasi 400 milioni allocati che valgono il 27% del mercato. Merito della spinta al filantropismo, che deriva da un momento di grave e generalizzata difficoltà socio-economica, e del ricorso al sostegno privato da parte della P.A. per il mantenimento di alcuni servizi essenziali, in virtù dei tagli negli investimenti pubblici imposti per il risanamento dei conti. La raccolta complessiva in sport, cultura e sociale, per il 2011 è stimata in crescita dell’1% a quota 1,468 miliardi di euro.

La lenta ripresa sarà trainata, sul fronte sportivo, sia dal calcio professionistico di vertice sia dagli sport in forte crescita di appeal come golf, nuoto, rugby (in particolare la Nazionale) e motociclismo. La cultura avrà il suo ambito più promettente negli investimenti per il restauro di beni architettonici di fama mondiale, mentre il sociale potrà contare in particolare sul sostegno dei privati alle iniziative dei comuni e all’educazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna