You are here:

Il Politecnico cresce 20 anni di formazione

Email

Università – L’anniversario sarà celebrato venerdì, 26 novembre.

Vent’anni di formazione accademica, ricerca scientifica e collaborazione con il territorio. Il Politecnico di Bari è pronto a celebrare il suo secondo decennale di vita in occasione della cerimonia di apertura dell’anno accademico 2010/2011, prevista per venerdì 26 novembre presso il Campus universitario barese.

Per l’occasione, il secondo ateneo della città e uno dei tre politecnici esistenti in Italia ospiterà il presidente della Corte Costituzionale, Francesco Amirante, in un momento molto delicato per il governo Berlusconi, che proprio sui temi della giustizia è da tempo criticato. Ma ancor più delicato, e dalle conseguenze ben più interessanti per il Politecnico, è il progetto di riforma del sistema universitario, ora fermo in Parlamento, che prevede tra le tante nuove regole per i concorsi, la riorganizzazione della governance degli atenei e un meccanismo di valutazione costante dell’attività dei docenti.

Una rivoluzione meritocratica, secondo il ministro dell’Università Maria Stella Gelmini e i suoi sostenitori, al contrario un attentato all’istruzione pubblica, come sostengono partiti e movimenti d’opposizione insieme a buona parte del mondo accademico. In particolare, il disegno di legge Gelmini appare in linea con i tagli ai finanziamenti statali per gli atenei, che hanno già sottratto notevoli risorse a tutte le università, distribuiti proporzionalmente ai rispettivi stanziamenti storici e a cui si aggiunge la quota di premialità per gli atenei più meritevoli.

Questo è uno dei passaggi più contestati, soprattutto dai rettori meridionali, perché il bonus si traduce in ulteriore taglio per le strutture meno virtuose, ma queste contestano i parametri di valutazione. Di questo tema e della riforma più in generale parlerà il rettore del Politecnico, Nicola Costantino, nel suo discorso per l’avvio dell’anno accademico. Parleranno anche i precari, gli studenti e i ricercatori, con toni che non preannunciano indulgenza.

Luca Barile

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna