You are here:

Dalla società dell’informazione alla rete ma per costruire il “senso del territorio”

Email

Intervista – Eugenio Iorio per la Puglia al Forum nazionale della Comunicazione a Roma.

In un parterre di giganti della comunicazione, quello del Forum della Comunicazione, la Regione Puglia ha voluto proporre i suoi modelli di comunicazione pubblica, con un incontro che è riuscito ad attirare l’interesse di un nutrito gruppo di partecipanti.

 

“Costruire Framing con il Marketing relazionale nella società delle Reti” il tema dell’incontro promosso dalla Puglia, in occasione della due giorni romana. Eugenio Iorio, responsabile della Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia, ha fatto gli onori di casa. Il picco di attenzione lo si è registrato nell’ambito della “video explanating” del progetto “le fabbriche di nichi”, in cui la precisa spiegazione dei livelli progressivi che hanno condotto alla definizione di un “brand di successo”, come quello delle fabbriche, gemellate anche all’estero, ha dato la misura di quanto in Puglia si investa in progetti di comunicazione che possono alle volte competere con i grandi budget del classico adv.

La Gazzetta dell’Economia ha incontrato Eugenio Iorio proprio a margine dell’evento romano, e ne è nata una conversazione interessante sui temi della Comunicazione Pubblica letti in chiave pugliese.

“Noi lavoriamo per una efficace produzione di senso sul territorio. Sono infatti i cittadini che producono informazioni sul territorio, e i media,e chi fruisce le informazioni. Da questo punto di vista, nella segmentazione che pone questo passaggio dalla società dell’informazione alla società della rete, con una relazione da molti a molti, noi abbiamo bisogno di profilare i cittadini. E questo significa dotarsi di contact center, per comunicare con qualsiasi forma, sms, skype, social network, serve a capire quali sono gli interessi di chi si mette in relazioni con la PA”

Il forum della comunicazione ha raccolto la presenza della regione e le testimonianze, in cosa la comunicazione della regione Puglia può migliorare?

“Una Pubblica Amministrazione non è autoreferenziale, non si deve confrontare per capire chi è più bravo, a comunicare con i cittadini, con le imprese, con i media, ma capisce cosa è più giusto per il proprio territorio, rispetto ai progetti di identità che si vengono a definire, e alla costruzione della propria appartenenza verso il futuro. Bisogna capire chi riesce a creare innovazione, e quale può essere di aiuto alla PA, a basso costo, ovvero quegli strumenti chiamati tattici, che ci aiutano a potenziare i canali di comunicazione con i cittadini. In questo, è chiaro che se non c’è una politica di ascolto non si può legittimamente condividere nulla, e senza condivisione non c’è comunicazione”.

Qual è l’nvestimento che la pubblica amministrazione deve fare per consentirsi questi spazi di visibilità?

“La pubblica amministrazione deve fare un grande sforzo per potare investitori sul territorio. Il Forum della Comunicazione è dedicato ai privati, non alla Pubblica amministrazione. Noi abbiamo scelto questo contesto per proporre le nostre ‘visioni’. Vogliamo costruire partenariati, per progetti da realizzare in Puglia, non so lo di comunicazione per i cittadini, ma per costruzione di senso sociale fra gli attori, da questo punto di vista ogni tentativo di contaminarsi con il mercato privato, testimoniato dal fatto della partecipazione di molte multinazionali a questo forum, possono essere uno scambio di conoscenze e pratiche utili per la trasformazione oggettiva che ha l’Italia nei confronti della Puglia e i cittadini pugliesi nei confronti della Puglia stessa”.

Mariapia Ebreio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna