You are here:

Molte aziende ferme alla posta elettronica

Email

In Puglia quasi tutte dispongono del pc e del web, ma…

Quasi tutte le imprese baresi possiedono un computer e sono collegate ad internet, hanno una rete interna e dispongono di un sito, ma il web viene utilizzato per le sue funzionalità più semplici: la posta elettronica (99,5%), ma anche acquisti on line (56%) e servizi ai clienti con un’area riservata (45%).

Sono questi alcuni dati che si ricavano dal “Questionario sulla diffusione ed utilizzo delle infrastrutture di telecomunicazione”, inviato da Confindustria Nazionale i primi di ottobre attraverso le aree territoriali ed elaborato in modo definitivo dalla sede centrale. Nel confronto con i dati nazionali si conferma anche a livello locale la tendenza delle imprese italiane di utilizzare più frequentemente l’ICT nei rapporti con i sistemi esterni, ossia le banche e la pubblica amministrazione ed in misura minore all’interno del sistema delle imprese (nei confronti di clienti e fornitori ma anche nell’ambito di relazioni di filiera o distretti), segno di una forte interdipendenza tra sistema delle imprese e contesto.

Sebbene sia decisamente in crescita l’attenzione per le potenzialità offerte alle aziende dall’ICT soprattutto in ordine all’e-commerce e alle indagini di mercato, le aziende del territorio appaiono meno avvezze rispetto alla media italiana all’utilizzo di software a supporto delle funzioni interne alle imprese. Tutte le aziende prevedono di effettuare investimenti in ICT nei prossimi 3 anni e, come in tutta Italia, la gran parte di queste si attesta su cifre al di sotto dei 10.000 euro (40,9%) o tra i 10.000 e i 50.000 euro (45,3%). A livello locale si registra comunque un minor numero di aziende disposte ad investire più consistentemente, forse anche in relazione alle dimensioni.

Il questionario permette anche di mappare la velocità di connessione disponibile per area/territorio. Vi sono zone nell’ambito di zone industriali in cui la velocità di connessione è solo di 56K (Altamura, Gravina, Ruvo, Valenzano) a cui si aggiungono le aree rurali di Monopoli e Andria. Insufficiente rispetto alle necessità delle aziende è anche la velocità di 2 MB, che invece è quella massima in alcune parti delle aree industriali di Acquaviva delle Fonti, Altamura, Cassano, Corato, Gioia, Modugno, Noci, Noicattaro, Putignano, Sannicandro, Trani, e anche al di fuori delle zone industriali su Andria, Bari, Bitonto, Capurso. Nelle zone industriali di Barletta e Bari- Modugno vi è una maggiore concentrazione di aziende che utilizzano la velocità più alta disponibile (tra i 2 e i 20 MB) mentre in quelle di Putignano e Molfetta circa la metà delle aziende utilizza ancora una connessione inferiore ai 2 Mega. La quota di aziende che su Bari-Modugno ha accesso ad una velocità maggiore di 20 Mbit (il 14%) è in realtà localizzata nel centro murattiano.

Emerge, infine, la consapevolezza delle aziende relativa all’importanza dei fattori immateriali al fine di far crescere l’utilizzo delle tecnologie a partire dall’alfabetizzazione informatica delle risorse umane interne e dall’adozione di software gestionali e applicativi: il 69% delle aziende partecipanti al questionario indica la formazione dei dipendenti al primo posto tra le aree di destinazione di un eventuale incentivo pubblico. Infatti nel 45% delle aziende si ha un grado di alfabetizzazione medio-bassa mentre nel 12% è basso.

Confindustria Bari sta concentrando la propria attenzione sulla diffusione della banda larga nelle aree di insediamento industriale, in quanto, nonostante gli investimenti sulle infrastrutture telematiche effettuati negli ultimi anni in Puglia abbiano portato ad una copertura del servizio adsl pari al 95% della popolazione, non è per nulla risolto il problema specifico della carenza di tale servizio nelle aree di sviluppo industriale. Dai dati relativi alla pianificazione strategica in corso risulta che la percentuale di imprese dei settori industriali e dei servizi che dispone di collegamento a banda larga è pari al 44,4%, a fronte di un valore Convergenza pari al 47,2% e ad un valore medio italiano del 56,7%.

Alcune zone della provincia, quali la Valle d’Itria (Putignano, Noci, Alberobello, Locorotondo) e dell’Alta Murgia, che denunciano tuttora una scarsa copertura a banda larga, si ritengono particolarmente adatte ad una copertura wireless, che pure appare idonea nell’area industriale di Putignano, dove è prevista la realizzazione di un nuovo insediamento (meccatronica).

Fabio Traversa

Commenti  

 
0 #2 Smithk517 2014-09-20 12:07
you are in reality a good webmaster. The site loading pace is incredible. It kind of feels that you're doing any unique trick. Moreover, The contents are masterpiece. you have done a great process on this matter! cfkkakfafedkaga e
Citazione
 
 
0 #1 Smithk218 2014-07-20 10:11
I appreciate, cause I discovered just what I used to be looking for. You have ended my four day long hunt! God Bless you man. Have a nice day. Bye efdkkbceceeebkd g
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna