You are here:

Mondiali di calcio? Vince il marketing

Email

Business – “Stracciate” tutte le cifre dell’edizione di 4 anni fa.

Ci siamo: l’attesa sta per finire, le partite dei Mondiali stanno per iniziare (la prima è fissata per venerdì) e, dovunque si vada, nessuno perde l’occasione di promuovere o vendere qualcosa in nome del Sudafrica. Il marketing generato da un evento del genere in Italia frutta circa 30 milioni di euro solo di sponsorizzazioni ufficiali della Nazionale. Senza contare l’enorme business indotto tra premi, diritti tv, scommesse e iniziative collaterali: un pacchetto di investimenti che arriva a sfiorare anche i 150 milioni di euro. Tra i “vincitori in pectore” c’è sicuramente la Fifa.

La Federazione mondiale del pallone ha incassato per l’organizzazione 3,4 miliardi di dollari, il 47% in più di Germania 2006, e ne spenderà a consuntivo circa 1,5. I grandi network hanno versato nelle casse della Fifa 2,5 miliardi di dollari per i diritti tv, più del doppio dell’edizione precedente. Inoltre il numero 1 del calcio mondiale, Joseph Blatter, ha ottenuto 125 milioni di dollari da ogni sponsor della manifestazione. Le squadre in campo a Johannesburg e dintorni si spartiranno un montepremi di 240 milioni di dollari (+60% rispetto alla Germania), di cui trenta al vincitore.

Mentre le Olimpiadi hanno portato la Grecia sull’orlo della rovina il calcio potrebbe equivalere a una crescita economica per il Paese ospitante. Del resto, per preparare questo evento, il Governo sudafricano ha investito circa 75 miliardi di euro, di cui 15,5 solo per i trasporti. I posti di lavoro creati sono stati circa 350mila. Cinque gli stadi costruiti per l’occasione. Fidelity stima un incremento del Pil sudafricano pari allo 0,5%, generato dalle spese di almeno 350mila turisti stranieri attesi per il Mondiale. Dws Investment ha calcolato che l’impatto sul Pil potrebbe essere nell’ordine del 2,5%. Per gli esperti di Dws i risultati saranno particolarmente sensibili l’anno prossimo, grazie alle ricadute derivanti dalle infrastrutture.

Fabio Traversa

Ulteriori approfondimenti su "La Gazzetta dell'Economia" num. 22 del 05 giugno 2010, pagg. 8-9

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna