You are here:

Compravendite immobiliari la Puglia è oltre la media

Email

Bari, Foggia e Brindisi: transazioni in aumento.

Secondo i dati pubblicati nei giorni scorsi dall’Agenzia del Territorio di Bari, nel II semestre 2011 la Regione Puglia ha registrato 17.547 transazioni immobiliari normalizzate (le compravendite dei diritti di proprietà "contate" relativamente a ciascuna unità immobiliare tenendo conto della quota di proprietà oggetto di transazione; ciò significa che, se di una unità immobiliare é compravenduta una frazione di quota di proprietà, per esempio il 50%, essa non è contata come una transazione, ma come 0,5 transazioni) evidenziando una leggera crescita del 4,3% rispetto al II semestre dell’anno 2010, superiore alla media nazionale che si è attestata allo 0,9%.

L’esame del Numero di Transazioni Normalizzate del II semestre 2011 rispetto al II semestre 2010, mostra incrementi superiori alla media nazionale per tutte le province, compresi tra l’0,8% della provincia di Bari e lo 0,9% di quella di Lecce, ad eccezione della provincia di Taranto, unica negativa, dove si è registrata una flessione del - 4,1%.

In particolare le province di Bari, Foggia e Brindisi hanno mostrato un incremento del numero di transazioni superiore alla media regionale. La quotazione media ponderata regionale si è attestata sui 1.116 euro/mq, rispetto ai 1.583 euro/mq nazionali, ed è stata superata soltanto nella provincia di Bari con 1.390 euro/mq.

Le quotazioni hanno registrato sul mercato una sostanziale stabilità ad eccezione delle province di Foggia e Bari dove si è verificata una iniziale riduzione delle stesse. L’analisi tendenziale del numero di transazioni per i soli capoluoghi di provincia mostra in generale un incremento delle transazioni, con un valore massimo del 19,6% della città di Foggia seguita da quella di Lecce con il 7,3% e Brindisi con 2,2%; in controtendenza risultano le città di Bari e Taranto dove si sono riscontrate rispettivamente riduzioni del -0,4% e -1,9%.

"La provincia di Bari - si legge in un comunicato - assorbe il 40,2% delle transazioni normalizzate della regione seguita da quella di Lecce con il 20,1%, Foggia con il 15,7%, Taranto con il 14,2%, ed infine Brindisi con il 9,7%. Il dato relativo al numero indice di transazioni normalizzate a partire dal I semestre 2004 mostra analogia di andamento fra le curve relative all’Italia, alla regione Puglia, ai “capoluoghi” e ai “non capoluoghi”, tutte con un sensibile calo nel periodo I semestre 2006 - I semestre 2009 coincidente con la grande crisi del settore immobiliare a livello mondiale ed un successivo andamento altalenante che non consente ancora, visto l’a ttuale scenario europeo, di ipotizzare un andamento unidirezionale".

Alessandro Schirone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna