You are here:

Puglia: dov’è la differenza?

Email

Raccolta rifiuti – Ad agosto 13,7%, a febbraio era il 16,26%. Nel 2009 cresce la carta.

Ha raggiunto il 13,70% la percentuale di raccolta differenziata in Puglia rilevata ad agosto di quest’anno dall’Ato Puglia, con un calo dell’1,27% rispetto a gennaio, quando il dato era del 14,97%. Da febbraio a luglio la discesa è stata graduale. A febbraio la percentuale si attestava al 16.26%, a marzo al 15.71%, ad aprile al 15.10%, a maggio al 15.27%, a giugno al 15.52%, a luglio al 15.01%.

Quest’anno per la prima volta entra in graduatoria il comune pugliese di Monteparano, nella graduatoria stilata da “Comuni Ricicloni”, l’iniziativa di Legambiente, finalizzata a premiare i comuni d’Italia con le percentuali più alte di raccolta differenziata, ma la regione continua a non brillare nel campo del riciclo e del riutilizzo. Solo Monteparano, tra i comuni pugliesi, infatti, raggiunge e supera l’obiettivo di legge del 50% entrando nella speciale classifica a livello nazionale. Il piccolo comune del Tarantino di 2.351 abitanti, già premiato nella scorsa edizione dell’iniziativa con il premio di seconda categoria, ha avviato dal luglio scorso un efficace sistema di raccolta porta porta, anche della frazione umida, che gli ha permesso di raggiungere percentuali record oltre il 70%.

In questa edizione, invece, ottiene un punteggio per l’indice di gestione di 55,33** punti con una percentuale di raccolta differenziata media dell’anno 2009 del 55,2%, con un risparmio di Co2 di 107,3 kg pro capite. Cresce, invece, la raccolta differenziata nel segmento della carta e del cartone in Puglia. Nel 2009, infatti, sono state raccolte oltre 127 mila tonnellate (+ 13% rispetto all’anno precedente) con un pro capite di 31,2 kg. È quanto emerge dal XV Rapporto sulla Raccolta Differenziata di Carta e Cartone pubblicato da Comico, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. Tra le province, Bari si conferma il bacino trainante con quasi 62mila tonnellate raccolte e una media pro capite di 38,8 kg (di gran lunga superiore a quella regionale).

Al secondo posto si classifica la Provincia di Brindisi con 33,5 kg/ ab. Seguono le province di Foggia (28,8 kg/ab) e Lecce (25,8 kg/ab). Più distanziata Taranto con un pro capite di 18 kg/ ab. A livello comunale, la città di Bari si conferma in ascesa con 67,9 kg di carta e cartone differenziata da ogni abitante, che la pongono su livelli confrontabili con le performance delle migliori città del Nord. Gli ottimi risultati nella raccolta differenziata, la Puglia ha potuto beneficiare di notevoli vantaggi economici. “Solo nel 2009 il sistema Comieco ha trasferito ai comuni della Regione circa 6,6 mln come corrispettivo per i servizi organizzati” ha spiegato Carlo Montalbetti, direttore generale del Comieco.

Fare la raccolta differenziata significa anche risparmio ulteriore in termini di economia (per i mancati costi di discarica, ad esempio), di ambiente (mancata produzione di CO2) ma anche sociale (nuovi posti di lavoro connessi al riciclo). “Negli ultimi 11 anni in Puglia, grazie alla raccolta differenziata i benefici hanno superato i 72 mln di euro” – ha concluso Montalbetti.

Pierluigi De Santis

Commenti  

 
0 #1 Nino Lopez 2010-11-02 11:44
tra le altre cose, scrivevo il 15 settembre del 2009

http://gooddesignsociety.blogspot.com/2009/09/fare-la-differenza.html
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna