You are here:

Il piano trasporti c’è ma mancano i soldi

Email

I tagli imposti dalla manovra economica hanno sensibilmente ridotto le risorse a disposizione. Si lavora ai progetti urgenti.

Viaggia sulle ali dell’entusiasmo il nuovo assessore regionale ai Trasporti. E come non essere d’accordo: Guglielmo Minervini, che ha appena ereditato il posto lasciato da Mario Loizzo, si trova davanti una programmazione per i prossimi anni per 200 milioni di euro.

Parliamo di interventi infrastrutturali come il raddoppio dell’aeroporto di Bari e l’allungamento della pista del Gino Lisa di Foggia, ma anche del completamento di strade su tutto il territorio pugliese e del rilancio del trasporto ferroviario legato alle merci con le “autostrade del mare” da porto a porto. Un piano articolato che potrebbe rilanciare definitivamente il ruolo della Puglia come regioneponte fra Europa e Mediterraneo. Ma Minervini teme anche che tutto questo resterà nel libro dei sogni, se non capiterà qualcosa di positivo da qui in avanti.

La crisi economica taglia gli investimenti e riduce le aspettative. In Puglia il governo Berlusconi trancia di netto 214 milioni di euro sui 300 disponibili nella quota regionale per il capitolo trasporti: colpiti i servizi, azzerate le nuove infrastrutture. “Dovremo essere bravi, con queste risorse ridotte, a garantire i servizi perché non vedo come si possa fare diversamente”, riflette l’assessore che ha fatto il punto della situazione durante una visita alle isole Tremiti. Nello splendido arcipelago della provincia di Foggia è stato appena rilanciato il servizio di collegamento aereo con un elicottero da 15 posti (leggi articolo a fianco). “Queste piccole isole che non vogliono rimanere isolate – ha detto Minervini – sono un po’ il simbolo della nostra battaglia per tener fede agli impegni che ci siamo prefissati”. Sul fronte delle infrastrutture, la Regione individuerà alcune priorità per non far naufragare del tutto il complesso piano.

“Il governo regionale stanzierà una somma fra 40-50 milioni del suo bilancio per garantire gli interventi che riterremo più urgenti. La Puglia, nonostante tutto, vuol seguire la strada autonoma dello sviluppo”.

Massimo Levantaci

>> Approfondimenti per gli utenti registrati: Con le isole Tremiti il turismo di qualità.

Non sei ancora iscritto? Registrati gratutamente

Commenti  

 
0 #1 Avis 2016-07-28 17:13
Attractive section of content. I just stumbled upon your weblog and in accession capital to
say that I get in fact loved account your weblog posts. Anyway I will be subscribing to your feeds
or even I success you get right of entry to constantly fast.



my webpage ... Slot Gratis: http://slot-machine-gratis.eu
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna